fbpx

Il potere di scegliere

… Maior pars mortalium (…) incipit importante questo, ma decisamente ad hoc per l’argomento trattato: ci sono persone che, in una o più particolari situazioni della loro vita, o così, ad argomento a piacere, hanno assunto, e spesso mantengono, il ruolo della vittima. A volte è in base a fatti oggettivi, forse si sentono più vulnerabili, più tristi, più stanchi o semplicemente indifesi, o forse la vita con loro non è stata granché generosa, ma esistono persone che mostrano di essere, e lo sono poi realmente, vittime croniche. Per tutto. Per  un amore che tale non era né mai lo sarebbe diventato, per errori commessi sempre da altri e mai da loro, per occasioni mancate mai per loro demerito ma per incuria altrui, per la cattiveria gratuita di molti che penalizzerebbe sempre gli stessi, per la mancanza di obiettività e non per un’innata incapacità di assumersi responsabilità ed oneri. Come si può vivere in questo stato? E come si può pensare di interagire in questo stato con gli altri? Disfattisti, apatici, abulici, vinti, inetti di sveviana memoria. Non offendete la vostra intelligenza e la vostra sensibilità dando tempo e spazio a persone così.  Non assecondate mai la negatività, non declinate mai nulla di voi agli altri, siate sempre in grado di affrontare disfatte e vittorie alla stessa maniera, di perdere e giocare di nuovo, puntare ancora, sempre su di voi. Voi siete le persone da cui ritornerete sempre. Sappiate sempre riconoscere le persone speciali, anche quando sono travestite da persone normali, quelle che sanno stare accanto a voi quando siete felici non quando le lacrime vi rigano il volto, quelle che vi e  si commuovono spesso, per la bellezza che viene venerata attraverso gli occhi semplici e il cuore puro di chi non ha bisogno di mentire, tanto meno  a se stesso, e non riesce a lasciare insoluto un debito morale. Mai. State con persone così, che vi rendono più forti, che vi incoraggiano a dare e fare il meglio di voi, qualcuno che non vesta di cattiveria la sua inadeguatezza, state con chi vuole portare luce e colore nel vostro mondo. Restate con chi crede in voi e vi fa credere in voi stessi, qualcuno che vi incoraggi ad affrontare i vostri limiti perché è strasicuro delle vostre capacità, qualcuno in grado di farvi raggiungere ciò che più desiderate, o valutare ciò che già è in vostro possesso. State con qualcuno che sa come usare con voi parole e silenzi, il cui amore è in grado di salvarvi dalle bugie più profonde di voi stessi. Qualcuno che vi vuole nel suo mondo perché non ne ha fatto il centro di sé. Qualcuno che abbia sempre memoria di chi è e di ciò che è stato, e che mai potrà dimenticare voi e cosa rappresentate. Da queste persone non scappate, ché chi vi vuol bene non scappa da voi. Rifletteteci, quanto tempo sprecate con persone insulse, con persone che non meritano, con persone che non sanno amare, rispettare, ringraziare? Tanto. Troppo. E ne vale la pena? No. Certo che no. Ne deve valere la gioia e mai la pena.  È  un non rendere omaggio alla vita lasciare che soggetti così la depauperino, è un non volersi bene, è un non cogliere il bello,  ché se ti distrai, loro nascondono, falsificano e mistificano. Non continuate a regalare loro quello che già hanno sciupato, quello che non hanno saputo apprezzare.  Scegliete chi non vi incatena all’immobilità del suolo ma sorride se volate alto ché un nuovo pezzo di cielo vuole colorarlo insieme. Cercate di essere più presenti a voi stessi, e chiedetevi scusa per ogni volta in cui avete pensato di non essere all’altezza. Scegliete. Scegliete sempre. Siete fatti di scelte, potete decidere di fingere ogni giorno, ingoiare l’amaro e tirare su un sorriso, potete decidere di trattenere parole che potrebbero ferire e lacrime che potrebbero soffocare, ma se misurate le vostre scelte solo con quello che sembra possibile o ragionevole, disconnettete voi stessi da ciò che veramente siete e volete, e tutto ciò che resta è compromesso. 
EMMEGI’FERRARO

Iscriviti per rimanere informato

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contentuto protetto!