fbpx

Macerata, prosegue la crociata contro la cannabis del Questore Pignataro.

Bata - Via Roma - Acri

Sequestri di infiorescenze di cannabis anche nelle aziende agricole che forniscono i negozi di cannabis light da parte della Questura e della Procura della repubblica di Macerata. Nuovo fronte della ‘crociata’ condotta dal questore di Macerata Antonio Pignataro contro la commercializzazione di “infiorescenze di cannabis promosse come ‘legali’, mentre “la vendita della cannabis e’ assolutamente vietata, come sancito anche dalla Corte di Cassazione a sezioni unite con sentenza n. 30475 del 2019” ricorda Pignataro. La polizia, con un decreto di perquisizione delegata del procuratore Giovanni Giorgio e del sostituto procuratore Enrico Riccioni, e’ risalita all’origine della filiera procedendo al sequestro di campioni di infiorescenze in una azienda agricola delle Marche che si occupa della coltivazione e della produzione di cannabis e che riforniva i negozi che vendono tali prodotti. Materiale risultato positivo al narcotest, secondo il questore, sul quale debbono essere condotti ulteriori accertamenti prima di definire i provvedimenti da adottare. “Occorre al piu’ presto un doveroso intervento del legislatore – insiste Pignataro -, come peraltro richiesto anche dai giudici della Cassazione, al fine di tutelare la salute dei nostri giovani, principio sancito dalla Carta Costituzionale”.

Ansa

Bata - Via Roma - Acri
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
Loading

Rispondi

error: Contenuto protetto!