fbpx

Neve e strafalcioni.

Bata - Via Roma - Acri

In queste ultime ore si è scatenata una dura polemica sulla neve e la percorribilità delle strade. Ci sono già tante voci nella contesa e, per il momento, preferiremmo non aggiungere la nostra.

Siamo costretti, tuttavia, nostro malgrado, a intervenire per una questione di correttezza nei rapporti tra la nostra testata e l’amministrazione comunale. Ahimè, per l’ennesima volta.

L’assessore Cavallotti, in replica al comunicato del gruppo consiliare “Acri in Comune”, che anche Acrinews ha pubblicato, ha inviato la propria replica a quasi tutti i siti. Tra questi non c’è il nostro, e non c’era neanche quando si è trattato di congratularsi con gli “Eugenio in Via di Gioia” per l’ingresso al Festival di Sanremo.

Ora, il motivo per il quale l’assessore Cavallotti ci abbia inserito nel libro nero, francamente lo ignoriamo. Finora non abbiamo mai considerato criticamente il suo operato, almeno che non sia proprio questo il motivo scatenante di questo suo ostracismo.

Se è così, facciamo ammenda: da domani faremo la radiografia della sua memorabile attività amministrativa e spulciando qualcosa di interessante troveremo senz’altro.

Giusto per chiarire: non è che ci sentiamo orfani delle brillanti elucubrazioni dell’assessore Cavallotti, ma neanche lui può permettersi, senza un fondato motivo, di fare come se fosse a casa sua. Lei è a casa nostra, cioè degli acresi, e cerchi di trattare con riguardo le suppellettili.

Non tutti quelli che ci inviano comunicati ci sono simpatici, e non a tutti lo siamo noi, ma questo non significa nulla. Noi non abbiamo il diritto di censurare nessuno, ma neanche un Cavallotti qualsiasi può permettersi di scegliere, sulla base di motivi che non conosciamo, di farsi beffe del ruolo che ricopre.

Al di là delle polemiche sulla pulizia delle strade, uno che sulla neve è scivolato c’è. E non è un bello spettacolo.

Piero Cirino.

Bata - Via Roma - Acri
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
Loading

Rispondi

error: Contenuto protetto!