Uccise la badante, in appello confermata condanna a 24 anni

Bata - Via Roma - Acri

Anche per la Corte D’assise d’appello Angelo Brogno, 82 anni condannato in primo grado a 24 anni, è il colpevole dell’omicidio della sua badante, N.T. di origini bulgara, all’epoca dei fatti 50enne, uccisa l’8 luglio del 2016 con diverse coltellate all’interno della sua abitazione in contrada Scuva nel comune di Acri. L’appello ha confermato in toto la sentenza di primo grado.

Bata - Via Roma - Acri

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: - Contenuto protetto -