fbpx

Dalla scuola al mondo del lavoro: una delicata transizione

L’ufficio Scolastico Regionale, settore Servizi per la transizione scuola lavoro, insieme ad ANPAL organizzano un Laboratorio per le Politiche Attive del Lavoro, coinvolgendo in una già consolidata collaborazione l’Istituto IPSIA – ITI Acri.

La finalità generale del Laboratorio PAL “LA RICERCA ATTIVA DI LAVORO” è quella di fornire agli studenti informazioni e strumenti che contribuiscano a migliorare la loro capacità di orientarsi e di affrontare al meglio la fase di transizione dal mondo della scuola al mondo del lavoro. Il laboratorio è dedicato a tutti gli studenti delle classi quinte di tutti gli indirizzidell’Istituto nelle diverse articolazioni:- Enogastronomia e ospitalità alberghiera (Enogastronomia -Sala e Vendita – Produzione Dolciaria)- Manutenzione e assistenza tecnica (Apparati, Impianti e Servizi Tecnici Industriali e Civili – Manutenzione Mezzi di Trasporto);- Chimica, materiali e biotecnologie (Biotecnologie Sanitarie).

Tale opportunità formativa è stata promossa dalla Dirigente scolastica, prof.ssa Franca Tortorella.

La progettazione dei contenuti è stata condivisa dall’operatore Anpal- servizi della transizione, dott. Luca Pascali con il docente referente per i PCTO dell’Istituto, ing. Giuseppe Intrieri. 

Gli obiettivi principali dell’attività laboratoriale sono: fornire agli studenti informazioni su strategie e modalità efficaci per la ricerca attiva del lavoro; presentare i diversi canali di accesso al mercato del lavoro; illustrare le strategie per massimizzare la ricerca di una occupazione e per ottimizzare la promozione personale.

All’incontro, che si terrà tramite la piattaforma GOOGLE Suite il prossimo 3 marzo, parteciperanno 

il referente PCTO dell’IPSIA-ITI Acri; l’operatore Anpal Servizi dott. Luca Pascali; il responsabile del Centro per l’Impiego, dott.Giovanni Cuconato; la referente Area Sistema Informativo, Tirocini e Autoimpiego, dott.ssa Ida Longo; la referente Area Orientamento e Garanzia Giovani, dott.ssa Sonia Brindisi; il rappresentante EURES Advisor, dott. Serafino Perri; i tutor PCTO delle classi quinte.

L’attività, della durata di quattro ore, si svolgerà attraverso unadinamica attiva e collaborativa tra esperti e alunni al fine dipermettere un primo confronto tra domanda e offerta, e per dare risposte ad eventuali dubbi e perplessità.

IPSIA-ITI Acri

3 risposte

  1. Lanfranco Bussetti ha detto:

    Buon giorno
    Il recovery Plan prevede una certa somma da destinare (rilevante) alla transizione energetica (finalmente) portando l’Italia verso una giusta strada della riconversione energetica che dovrà essere un Mix di energia termica, eolica e solare non tralasciando l’accumulo idrico*, perché è impensabile oggi alle conoscenze attuale immagazzinare tutta l’energia di cui abbiamo bisogno giornalmente. *La più grandi batterie d’Europa le abbiamo in Italia e sono ben 6. Non approfondisco questo tema in quanto fuorviante rispetto all’appuntamento dato dall’Istituto professionale di ACRI in materia di “MANUTENSIONE ED ASSISTENZA TECNICA” un tema che a livello scolastico (se ben strutturato) porterebbe a diversi sbocchi nel campo Tecnico Lavorativo. Vorrei evidenziare che ad oggi , per esempio mancano tecnici esperti come quello di Commissioning. Questo tipo di lavoratore si forma oggi purtroppo molto poco nelle aziende dove si ripercorre il mordi e fuggi al più basso prezzo, non dando la possibilità al lavoratore di specializzarsi. Ecco la nuova funzione della scuola che dovrebbe dare allo studente quella infarinature di più discipline . Ai miei tempi invece le aziende si basavano esclusivamente alla formazione del dipendente perché mancava quella scolastica che era prettamente ad indirizzo esclusivo. Anche oggi per quanto si voglia non esistono percorsi formativi adatti per esempio al lavoro di COMMISSIONING, dove occorrono conoscenze multidisciplinari che vanno dall’elettrico al meccanico, dal termotecnico al civile con sconfinamenti sul computerizzato. Parliamo perciò del lavoro di Commissioning che è “un insieme di procedure, responsabilità e metodi per far progredire un sistema dalla fase d’istallazione al pieno funzionamento”: possiamo dire quindi che il Commissioning è un processo di qualità che garantisce il rispetto degli intenti progettuali e delle richieste del committente durante tutto il ciclo di vita degli impianti, dalla fase di progettazione, alla fase di costruzione e questo vale non solo per gli impianti industriali , ma anche per i grandi complessi abitativi ed ospedalieri dove i sistemi integrativi di produzione di energia elettrica, termica e distribuzione dei fluidi sono la parte principale di ogni costruzione.
    Lanfranco

    Sono ammesse correzioni

  2. Adelinda Zanfini ha detto:

    I suoi preziosi suggerimenti ricadono in certa misura nel nuovo indirizzo Meccatronico del quale da due anni l’Istituto Ipsia-Iti si è arricchito. Inoltre, nel settore biotecnologico dell’Iti è presente l’articolazione ambientale.
    In merito all’incontro cui fa riferimento l’articolo, non sono citati i percorsi Meccatronico ed Ambientale perché non vi sono classi V in uscita nel 2020/2021

  3. Lanfranco Bussetti ha detto:

    Buon giorno e grazie per la esaustiva spiegazione. Io non sono ACRESE (sono umbro) ma ci vivo in quei pochi giorni tra un incarico e l’altro o come in questo caso ne avrò per circa tre mesi per l’attivazione del nuovo automatismo del 2° gruppo MUCONE 1° salto dove ricopro la posizione di Commissioning Manager, l’articolo di cui sopra a mio giudizio lo vedo stimolante e proficuo con la speranza che venga accolto con i dovuti stimoli.
    saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!