fbpx

Ho visto un uomo

Ho visto un uomo (a chi, un tempo famoso, ha mal trascinato la coda della sua esistenza)

Lo guardavo,

assorto nei suoi ricordi,

nei suoi tormenti,

nei suoi lunghi assordanti silenzi.

Lo osservavo,

con gli occhi socchiusi,

adagiato a un vecchio muro,

lontano da sguardi e moleste presenze.

Lo pensavo, negli anni che furono,

mentre bello, maestoso, elegante,

faceva vibrare le corde,

infiammando raffinate platee.

Vecchi demoni,

oscure presenze,

affollavano la sua mente

non più lucida.

La bottiglia, serrata fra le dita,

gli dava forza,

pace e ristoro

nel ripido sentiero del tramonto.

Massimo Conocchia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!