fbpx

Covid, Acri più rossa che arancione. Numeri sempre più preoccupanti e gente sempre più irresponsabile

I numeri di oggi dicono che rispetto a ieri vi sono 12 positivi in più. A oggi sono 83, ma vi sono anche 74 positivi al tampone rapido (e questo nel report odierno non c’è scritto).

Circa la decisione di colorare di rosso Acri, occorre attendere l’esito dei tamponi di sabato, cioè domani. Ieri si aveva notizia di 90 tamponi da processare, poi si è scoperto che in realtà sono 78, perché 12 riguardano Santa Sofia d’Epiro.

Di questi 78, oggi è arrivato il risultato di 24, e i positivi sono 11, cioè quasi il 50%.

Sono numeri da zona rossa, e non c’entra nulla che siano più bassi che in passato, perché quello che conta è il trend delle ultime due settimane. Se domani dovesse essere confermata, sui restanti 56 tamponi di sabato, la percentuale di oggi, la zona rossa scatterebbe d’ufficio.

In serata c’è stata una telefonata tra il sindaco Pino Capalbo e il presidente Spirlì. Di ufficiale non c’è nulla, ma se queste percentuali dovessero esserci anche all’esito dei nuovi esami, già da domani potremmo essere costretti a rivedere, almeno per qualche settimana, le nostre abitudini.

Intanto non mancano gli irresponsabili, incuranti delle conseguenze delle loro leggerezze. Nei giorni scorsi, i Carabinieri di Acri, in seguito a una segnalazione, hanno scoperto, in un’abitazione privata,

una decina di persone, una comitiva di amici, intente a banchettare; la scorsa settimana, i proprietari di un locale sono stati sanzionati, così come gli avventori che in quel momento all’interno erano consumavano allegramente, come se nulla fosse ai tavoli. senza nessuna cautela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!