Successo per il SilunaFest

Bata - Via Roma - Acri

ACRI – Va in archivio la seconda edizione del SilunaFest, iniziativa promossa da Giacinto Le pera, gemellata con “La luna e i calanchi”, festival che si tiene ad Aliano, sotto la direzione artistica del paesologo Franco Arminio.

Quattro giorni dedicati all’esplorazione del paesaggio, in tutte le sue più suggestive declinazioni. Momenti di riflessione, di arte e cultura. In questa edizione il SilunaFest si è ispirato all’opera “Il terzo Paradiso”, di Michelangelo Pistoletto, progetto – installazione presentato nel 2005 alla Biennale di Venezia.

In questo caso si è concretizzata in una grande installazione di verde: 70 metri di lunghezza e 35 di larghezza, per 58 nuove piante di pino laricio, disposte come il simbolo del Terzo Paradiso di Pistoletto, che ha incontrato quello della Sila, il pino laricio, su una radura a 1.200 metri di altitudine, in un’opera permanente promossa dall’Associazione Siluna.

Tanti i partners che hanno fornito il loro appoggio, attraverso varie forme. Tra questi, l’Enel, che quest’anno si è accostata alle suggestioni che il SilunaFest è in grado di sprigionare. Tra le tante visite ed escursioni, anche quella alla centrale Enel di Là Mucone. Quindi passeggiate, in orari scelti in maniera chirurgica, per vivere pienamente in simbiosi con l’ambiente.

Insomma, se dopo l’esordio dello scorso anno c’era da fornire una conferma a questo originale format, l’operazione è pienamente riuscita. E’ una iniziativa che può solo crescere e che potenzialmente potrà acquisire un suo spazio importante anche al di fuori dei confini regionali.

Iscriviti per rimanere informato
Bata - Via Roma - Acri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contentuto protetto!