fbpx

Domani sera Acri premia le glorie dello sport. Ospite Stefano Tacconi

Bata - Via Roma - Acri

L’impegno, la costante dedizione, l’energia positiva, la speranza di conquistare nuovi e più importanti traguardi. Sono questi i valori che vengono riconosciuti.  Si terrà domenica 23 Agosto alle ore 19.30 presso l’Anfiteatro comunale, la manifestazione “Eccellenze sportive acresi”, un’occasione per regalare ai diversi atleti un meritato “momento di gloria” nella loro città d’origine. Un riconoscimento voluto dall’Amministrazione comunale, dalla Pro Loco e dal museo MACA, per celebrare le doti dei più talentuosi acresi che rappresentano la storia dello sport ad Acri e di chi, oggi, tiene alto il nome della nostra città anche fuori dalle mura della regione.
Per la prima volta, si incontrano, coloro che hanno promosso lo sport ad Acri, fin dagli albori, e le giovani promesse.
A premiare gli sportivi una grande gloria della Juventus e della Nazionale di calcio Stefano Tacconi.
Saliranno sull’inedito podio, vecchie glorie del calcio, del basket, del karate, ma anche i dirigenti, i presidenti e gli allenatori dell’Acri che per anni hanno creduto nei colori del nostro calcio.
«Sarà una serata dedicata alla celebrazione e alla premiazione degli atleti, ma anche  – dice il Sindaco Pino  Capalbo –  un momento in cui ritrovarsi ed unirsi, il nostro calcio ha bisogno di sostegno, Acri è sempre stata un palcoscenico con grandi attori dello sport, continuiamo a far si che questa tradizione non si perda e sosteniamo la ripresa della nostra squadra”.
  Attraverso questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore allo spettacolo, Amedeo Gabriele,  – intendiamo rendere omaggio ai tanti campioni locali che con la loro tenacia e determinazione hanno raggiunto importanti traguardi, contribuendo al prestigio di Acri . L’amministrazione comunale, inoltre, ha voluto questo evento per offrire alla cittadinanza tutta l’occasione di riconoscere quanto i valori dello Sport siano fondamentali per la formazione delle Giovani generazioni e per l’intera collettività».
Come Museo MACA,  abbiamo sposato questa sinergia con l’Amministrazione comunale e la pro– Loco per valorizzare i nostri talenti, le giovani promesse, perché il Maca fra i suoi obiettivi persegue proprio quello della valorizzazione delle risorse locali. L’arte e lo sport hanno un comune denominatore, che trova nelle manifestazioni degli uomini l’espressività più alta. Gli artisti e gli sportivi fanno “sognare”, ed il sogno è in grado di mutare gli stati mentali”.

Bata - Via Roma - Acri

Rispondi

error: Contenuto protetto!