fbpx

Quello che le bugie non dicono

Ringrazio la signora Katia Amodio: la sua lettera, che pubblichiamo qui sotto (omettendo doverosamente il suo indirizzo e-mail, che è un dato personale) mette il punto esclamativo su questa penosa vicenda. Piero Cirino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!