fbpx

Cum’è bella la vernèata

Il Vernacoliere di Angelo Canino
Cum’è bella la vernèata
 
Cum’è bella la vernèata
ccu ssazizza e ssuppressèata
A  nna rèasa e focudèari
tra nu pastu e nnu cantèari
 Tra na fella e cheapeccùallu
e nna mposta e carna e cùallu
Ccu nnu frittudu vullenti
e nnu piparìallu uschchenti
Ccu llu ficatu mpicchièatu
e nnu fiascu travasèatu
N’aschchipici ppe cchiuritu
e nnu pipu all’acitu
Ni facimu ssa mangèata
cum’è bella la vernèata
Come è bello l’inverno
 
Come è bello l’inverno,
con salsiccia e soppressata
in un angolo di camino
tra un pasto e una canzone
tra una fetta di capocollo
e un pezzo di carne del collo
con un cicciolo bollente
e un peperoncino piccante
con il fegato “impicchiato”
e un fiasco travasato
melanzane sottaceto per lo sfizio
e un peperone sottaceto.
Ci facciamo questa mangiata,
come è bello l’inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!