Domani pomeriggio la cittadinanza onoraria a Carlo Calcagni

Bata - Via Roma - Acri

Domani pomeriggio il consiglio comunale conferirà la cittadinanza onoraria al colonnello Carlo Calcagni. Il presidente Simone Bruno ha convocato l’assemblea, nella sala consiliare del palazzo Sanseverino-Falcone, per le ore 15:30.

Carlo Calcagni, ufficiale elicotterista dell’esercito Italiano e paracadutista della Folgore, nel 1996, durante una missione di pace in Bosnia- Erzegovina, ha subito una gravissima intossicazione da metalli pesanti.

In seguito a questa lenta contaminazione il suo organismo si è ammalato in maniera irreversibile, fino al punto di modificare anche il patrimonio genetico, con conseguenze devastanti e invalidità permanente. Le patologie di cui soffre che sono, tra le altre, cardiopatia, mielodisplasia, Morbo di Parkinson e sensibilità chimica multipla, lo costringono ad affrontare estenuanti terapie quotidiane, come 300 compresse, quattro ore di flebo, sette iniezioni, sedute di ossigenoterapia, sauna e lettino a infrarossi.

Nel corso del tempo ha ingaggiato una battaglia per la restituzione della divisa militare e il consiglio comunale di Acri, con una delibera votata all’unanimità lo scorso anno, si è schierato al suo fianco.

La cerimonia di domani fa seguito a quella dello scorso 15 giugno, in cui a diventare cittadino onorario di Acri è stato il magistrato Paolo Guido. Quello a Carlo Calcagni è il quarto riconoscimento negli ultimi sei anni. Prima di Guido era toccato allo scrittore americano, di origini acresi, Joseph Luzzi, nel 2017; e al poeta e paesologo Franco Arminio, nel 2019.

A seguire, alle 18:30, Calcagni parteciperà, nella stessa sala, a una edizione speciale di Cineincontriamoci. Vi prenderanno parte il sindaco Pino Capalbo; l’assessore comunale ai Servizi Sociali, Luigi Maiorano; Mattia Scaramuzzo, direttore artistico di Cineincontriamoci; Carlo Stumpo, della Pro Loco di Acri; Rosaria Succurro, presidente della Provincia di Cosenza; e Luciana De Francesco, consigliera regionale. Modera la giornalista Angela Forte.

Nell’occasione prosegue la raccolta fondi in favore del reparto di Oncologia Pediatrica dell’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza.

Bata - Via Roma - Acri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto!