fbpx

Domani “La notte di Padula”

Continuano nella serata del 04 Agosto 2019 le manifestazioni dedicate a Vincenzo Padula nell’anno del bicentenario dalla nascita del poeta e studioso. Dopo il grande successo dei racconti sulle e tra le stelle dello scorso 30 luglio, è ora il turno della musica di celebrare l’intellettuale acrese sulle note dei grandi compositori internazionali suonati dai giovani talenti e dalle confermate promesse della comunità musicale di Acri. L’evento, che nasce dalla collaborazione della Fondazione Vincenzo Padula con il Comune di Acri – Ass. alla Cultura – e il Campus Musica Acri, è appoggiato dal Comitato “Pro Centro Storico”, dal Museo “Civiltà Contadina”, dalla Biblioteca Civica e dai commercianti di Via Padula.
Sotto il coordinamento artistico del Maestro Angelo Arciglione la serata si struttura in due momenti. Il primo, che prende simbolicamente il titolo di Serenata a Padula, si svolge infatti sotto le finestre di quella che era la sua abitazione negli anni della gioventù e ora sede della Fondazione a lui intitolata; nella classica tradizione calabrese, quindi, l’amore e la riconoscenza della comunità culturale cittadina verso uno dei suoi esponenti più brillanti e illustri viene espressa attraverso il richiamo musicale, quasi ad incitare il Padula ad affacciarsi e concedere il saluto. Chopin, Donizzetti, Brahms e le parole di Vincenzo Padula stesso musicate da Salvatore Reale, risuonano dalle 21.00 fino alle 22.30, quando ci si trasferisce in Piazza Marconi per la seconda parte dell’evento e per continuare a godere della musica classica e non solo in uno degli spazi più rappresentativi del centro storico. Dalle suggestioni quasi oniriche di Debussy e Rachmaninov all’eleganza che tende ad oriente delle rapsodie di Liszt, da Beethoven alle morbide atmosfere anni ‘40 di Duke Ellington, un excursus nel meglio del linguaggio universale per eccellenza: la musica. Ad accompagnare il programma di sala stabilito, le improvvisazioni di Angelo Guido, come incursioni di colore nel corso dell’Omaggio a Padula.
Durante la giornata le parole delle opere di Vincenzo Padula risuoneranno nella storica via che porta fino allo spazio della manifestazione; registrati da attori acresi, stralci dei suoi scritti più belli saranno mandati in filodiffusione fino al calare della sera, quando lasceranno il testimone alle performance musicali dal vivo.

Iscriviti per rimanere informato

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contentuto protetto!