fbpx

Acri e i monasteri basiliani.

Recentemente si è pubblicato su itinerari relativi ai Monasteri Basiliani di Calabria.

Fra i luoghi indicati mancano quelli sparsi nel vasto territorio di Acri.

È vero che nessuno ne ha mai scritto e, perciò, restano ignorati da chi non esegue ricerche a tutto tondo sul “movimento” suddetto. Eppure i monasteri da me rilevati sono più di uno e di non poca importanza.

Va detto che, all’epoca degli insediamenti basiliani, il territorio di Acri comprendeva, anche, quelli su cui si insediarono, secoli dopo, gli arberesh.

Non apparirà vano, perciò, il segnalare le abbazie documentate: Sant’Adriano (ora in Comune di San Demetrio Corone), Sant’Angelo (fra Acri e San Demetrio Corone.), Santo Jorio (attuale San Giorgio Albanese), Santa Maria de Ferula (sulle rive del Mucone), Santa Maria di Macchia, San Nicolò in Campo (esiste solo la chiesa intitolata a San Nicola di Belvedere), Santa Maria la Cavria.

Vi erano altre abbazie? L’abbazia del Rinfresco apparteneva al detto ordine o ad altro?

L’intento di questa breve nota non è quello di approfondire, ma solo segnalare.

Agli esperti, perciò, l’ardua sentenza!

Giuseppe Abbruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!