fbpx

Aree interne, l’Unsic laboratorio di idee

Bata - Via Roma - Acri

Un confronto a più voci per comprendere le strategie di rilancio più efficaci delle aree interne. L’Unsic di Cosenza ha messo intorno allo stesso tavolo attori istituzionali, rappresentanti di categoria ed esperti mettere a punto idee e spunti da suggerire alla Regione Calabria a inizio legislatura.

E’ avvenuto mercoledì pomeriggio nel corso della web conference “Una strategia comune per le aree interne”.

Coordinati dal giornalista Piero Cirino, sul tema si sono confrontati Carlo Franzisi, presidente Unsic Cosenza; Domenico Passarelli, docente di Urbanistica all’Università Mediterranea di Reggio Calabria e presidente dell’Inu Calabria; Alessandro Zanfino, responsabile nazionale Cesca Unsic; Angelo Sposato, segretario regionale della Cgil; Pietro Molinaro, consigliere regionale; Gianluca Gallo, assessore regionale alle Politiche Agricole, Forestali e Comunitarie; e Domenico Mamone, presidente nazionale dell’Unsic.

In apertura, Franzisi ha spiegato il senso dell’iniziativa, auspicando che, al di là delle dichiarazioni di intenti, qualcosa di immediatamente concretizzabile venisse fuori dalla discussione e ricordando l’impegno ultradecennale dell’associazione a sostegno delle aree interne del territorio calabrese.

Molinaro e Gallo hanno ripreso le linee programmatiche che il giorno prima la presidente della Regione Jole Santelli aveva portato in consiglio regionale, dicendosi pronti a un confronto continuo con il mondo produttivo e con le associazioni di categoria.

Spunti di grande interesse sono arrivati dai contributi di Passarelli e Zanfino. Il primo dicendosi disponibile a mettere a disposizione della Regione l’elaborazione di idee e progetti messi a punto dell’Inu, il secondo riprendendo alcuni concetti, ancora attuali e validi, della sua esperienza nell’Autorità di Gestione.

Sposato ha fatto una disamina delle condizioni di assoluta difficoltà in cui versano le aree interne, esponendo i programmi della Cgil, auspicando un confronto serrato e immediato con la Regione.

Il presidente Mamone, che si è complimentato con la sede provinciale Unsic di Cosenza per l’organizzazione dell’evento, ha espresso concetti che non si sono limitati a una strategia complessiva dell’associazione, ma ha fatto chiari riferimenti alla situazione calabrese e ha rivendicato il ruolo di protagonismo dell’Unsic a livello nazionale, pronta a dire la sua in tutte le sedi, forte anche di una crescita costante e duratura di rappresentanza.

Franzisi ha chiuso sottolineando che quella di mercoledì è stata soltanto la prima tappa di un percorso che l’associazione intende fare insieme ad altri soggetti che operano sul territorio per far sì che non si perda altro tempo prezioso e che si dia alle aree interne un’autentica e concreta possibilità di sviluppo.

La registrazione dell’evento sarà trasmessa il prossimo 11 giugno, sulla piattaforma gotowebinar.

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
Bata - Via Roma - Acri

Rispondi

error: Contenuto protetto!