fbpx

In cammino verso un nuovo inizio

Bata - Via Roma - Acri

1 settembre ’20                          

Sotto la pressione dell’emergenza Covid sono davvero tante le novità e ancor più le incognite che attendono le comunità scolastiche alla vigilia dell’anno 2020/2021.

Fra le novità, occorre segnalare il cambio della Dirigenza e del Direttore dei servizi amministrativi presso l’IPSIA-ITI di Acri. Al Dirigente uscente, prof. Giuseppe Lupinacci, subentra la dott.ssa Franca Tortorella già Dirigente del Liceo classico e scientifico “Galileo Galilei” di Trebisacce; al D.S.G.A dott.ssa Marisa Paese si avvicenda la dott.ssa Rosa Giuseppina Benincasa proveniente da I.C. San Giacomo – ‘La Mucone.  Raggiungono il meritato traguardo del pensionamento, inoltre, il prof. Riccardo Baffa (già alunno dell’Istituto professionale) la prof.ssa Giuseppa Algieri e l’assistente tecnico Camillo Miceli. A tutti è rivolto l’augurio affettuoso di realizzare pienamente ogni atteso progetto futuro.

L’intera comunità scolastica, nell’augurare al Dirigente prof. Lupinacci un nuovo inizio, ricco di attività, entusiasmo e slancio verso altri ambiti traguardi, gli è riconoscente per la dedizione e l’impegno profuso nell’ampliamento dell’offerta formativa sul territorio. Sua personale, infatti, è stata la battaglia per offrire agli alunni acresi l’opportunità di conseguire ad Acri il titolo professionale in ambito alberghiero e della ristorazione.

Lo stesso Dirigente Lupinacci ha accolto nei giorni scorsi la dott.ssa Tortorella, facendo gli onori di casa e illustrando i punti di forza di una struttura organizzativa e laboratoriale variegata, efficace e complessa.

Alla nuova Dirigente va un caloroso benvenuto da parte di tutto il personale docente, amministrativo e ausiliario, con l’augurio di un nuovo e proficuo cammino di crescita insieme.

La dott.ssa Tortorella, nella giornata di insediamento ufficiale, ha manifestato da subito la sua soddisfazione per essere stata accolta con cordialità e professionalità: “Come prima impressione posso dire di essermi sentita come a casa, accolta come a Bisignano da cui provengo. Il legame tra Acri e Bisignano per me ha radici profonde. Sin da bambina, quando i miei genitori mi proponevano di andare ad Acri l’immaginavo come una piccola e vitale città. Se pur paese di montagna, Acri per me è un centro economico e culturale aperto, penso ad esempio al prestigioso Premio Padula. Oggi torno a casa contenta, anche se non posso negare che il nuovo anno scolastico a causa dell’emergenza sanitaria presenta particolari complessità. La percezione, comunque, è stata positiva di un ambiente collaborativo e propositivo.”

La nuova Dirigente dell’Ipsia-Iti  Acri ha una formazione scientifica; è docente di Matematica e Fisica; ha collaborato per dieci anni presso il CIRD dell’UniCal e ha al suo attivo innumerevoli pubblicazioni in ambito matematico; ha svolto il compito di Tutor di TFA presso il dipartimento di Fisica e Matematica dell’Unical.; come Dirigente è al suo debutto in ambito tecnico-professionale poiché sino ad ora ha svolto la sua attività dirigenziale presso i Licei.

Gestire un ambiente didattico professionale e laboratoriale così articolato e complesso richiede particolare  impegno,  ma sono confortata dall’aver trovato persone fortemente motivate e con un positivo slancio alla collaborazione. Il mio è un debutto nel mondo “professionale” che mi fa sentire ancor più urgente la sfida del nuovo millennio: offrire ai giovani una valida preparazione e una completa formazione personale e professionale. In questo senso avverto che il mio compito è più difficile perché, rispetto agli studi liceali, gli alunni li porterò anche (ma non solo) sulla soglia immediata del mondo del lavoro nel giro di pochi anni e l’azione formativa dovrà pertanto essere la più efficace possibile. Il mondo della scuola oggi vive un periodo caratterizzato da grandi e complesse trasformazioni e si trova di fronte ad una scelta obbligata: entrare nella sfida lanciata dalla società e competere per adeguarsi al clima di cambiamento che contraddistingue la società e i territori e per offrire al giovane studente un sistema di formazione moderno, innovativo e ricco di esperienze. È proprio per rispondere a queste esigenze che la scuola del terzo millennio deve essere pienamente inserita nel tessuto socio-culturale in cui è situata e lavorare con le famiglie e gli enti istituzionali del territorio per costituire un sistema integrato in costante e positiva sinergia fra formazione, lavoro e orientamento. È pur vero che l’emergenza Covid-19 ha determinato una condizione esistenziale mutata profondamente, caratterizzata da un tempo diverso da riempire e da vivere in modo virtuale.  È un tempo strano, assolutamente singolare, quello che stiamo vivendo, in cui  responsabilità e sacrificio sono i parametri principali da seguire  per poter guardare al futuro nella dimensione umana e globale”.

A causa del distanziamento sociale, la cerimonia di insediamento si è svolta alla presenza di un gruppo di stretti collaboratori che hanno curato in queste settimane il passaggio di consegne. A tal proposito, la Dirigente ha rivolto un saluto e un augurio di un proficuo e sereno avvio dell’anno scolastico a tutta la comunità che l’ha accolta.

Un cerimoniale simbolico quello di esporre la bandiera italiana e quella della Comunità europea per sottolineare la necessità di riprendere il cammino formativo offeso dalla pandemia e stabilire il principio democratico di formazione e istruzione che deve essere sempre e comunque garantito, unitamente alla salvaguardia della salute di tutti. 

La Dirigente è stata ricevuta in tarda mattinata dal Sindaco di Acri, avv. Pino Capalbo, e ha recato con sé in dono una effige di Sant’Umile da Bisignano e Sant’Angelo d’Acri per sottolineare il legame fra le due cittadine e porre il suo nuovo cammino scolastico sotto l’egida dei Frati Santi. L’Amministrazione comunale si è detta disponibile a sostenere gli sforzi di ampliamento delle aule scolastiche, assicurando il tempestivo completamento dei locali del rione Padia da destinare all’Istituto alberghiero.  

Dunque, non resta che mettersi in cammino!

Ipsia-Iti Acri

Bata - Via Roma - Acri
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
Loading

Rispondi

error: Contenuto protetto!