fbpx

La chiusura della scuola di Duglia la mia prima sfida. Questo è un nuovo inizio

Sono arrivata ad Acri il Primo Settembre 2016.Dopo soli due mesi, il 2 novembre 2016, mi veniva comunicata la chiusura del plesso Duglia, sia della scuola Primaria che dell’infanzia.E’ stato il mio primo grande problema da affrontare nella mia nuova scuola di titolarità, con bambini prima ospitati negli altri plessi e poi, con l’impegno dell’attuale amministrazione, in una sede tutta loro, sebbene non fosse la loro. Nel frattempo, mentre alcuni non hanno accettato di rimanere ospiti di altre strutture e forse anche con un po’ di fretta si sono spostati, altri genitori sono stati vicini alla nostra scuola, hanno resistito alle difficoltà che ogni giorno si sono presentate e non hanno mai mollato. E non ha mollato nemmeno l’Amministrazione comunale che si è impegnata a ridare a Duglia la sua scuola.E oggi, finalmente, il Sindaco Pino Capalbo ci consegna una scuola moderna, efficiente, sicura e bella. Una scuola che ha come pilastri la sicurezza, la funzionalità e la salubrità degli ambienti ma anche l’estetica, perché far vivere i ragazzi e farli lavorare in un ambiente gradevole, sicuro e tranquillo è la migliore forma di educazione al rispetto e alla cittadinanza.Per questo, il mio personale ringraziamento, e quello di tutta la comunità dell’Istituto Comprensivo “V.Padula”, va al Sindaco e all’amministrazione da lui presieduta nonché agli Uffici comunali e a tutti coloro che si sono spesi per realizzare questa nuova scuola e che non si sono lasciati intimorire dalla mole di pratiche, ma che con il loro impegno hanno reso fruibile la nostra scuola.Un grazie di cuore anche alla generosità di Domenico De Bernardo , ad EriKa Giglione e Valentino Gencarelli – della ditta Syrio di Trento – per la donazione deI macchinario: la scuola primaria e dell’infanzia di Duglia saranno le prime scuole di Acri a dotarsi di un dispositivo di sanificazione Anti-covid. La consegna di una nuova scuola può essere paragonabile alla nascita di un bimbo: non solo per l’emozione e la gioia che procura ma anche e soprattutto perché è il simbolo della vita, è l’immagine di un nuovo inizio e, in questo particolare momento storico, è segnale di speranza nel futuro.Investire nella scuola a Duglia è stato un atto coraggioso e lungimirante perchè significa ridare slancio ad una comunità rivitalizzandola con il sorriso e la vivacità dei suoi bambini che possono giocare e apprendere negli spazi aperti e nelle aule.E se l’amministrazione ha fatto la sua parte, ora tocca a noi. Ci impegneremo a fornire ai nostri studenti ambienti stimolanti di esplorazione, di gioco, di apprendimento e di relazione. Cercheremo di dotare, per quanto di nostra competenza, gli spazi con nuove tecnologie e strumenti adatti alla didattica innovativa ( abbiamo già ordinato un monitor interattivo che a breve istalleremo) e saremo gelosi custodi del patrimonio che oggi il Sindaco ci consegna per poterlo, domani, tramandare agli altri che verranno dopo di noi.Viva la nostra nuova scuola, viva i nostri meravigliosi bambini di Duglia.

Simona Sansosti, Dirigente Scolastica dell’Isituto Comprensivo Vincenzo Padula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!