fbpx

In occasione della festa della Madonna dei bisogni

Ancora oggi, dopo 284 anni, vive in noi il ricordo di Sant’Angelo d’Acri (1669-1739) in un episodio importantissimo della sua vita e soprattutto della sua missione di Frate Cappuccino, quando, il 2 giugno del 1737, consegnò alla città di Acri il Simulacro della Madonna dei Bisogni.

   Con questo significativo gesto ha voluto ricordarci che è Lei la Madre di tutti noi, la Madre Santa a cui affidare tutte le nostre sofferenze e tutte le nostre ansie, Colei che sa ascoltare le nostre preghiere e intercedere per noi presso Suo Figlio Gesù. 

ALLA VERGINE ADDOLORATA

Mamma dei sette dolori,

piangi per i tuoi figli

perduti dal peccato.

Travagli, pianti di dolore

per dare consolazione a Tuo Figlio.

Mamma, non piangere più:

asciugo le tue lacrime con le mie preci.

Accetta quel po’ che posso darti,

non abbandonare chi è solo

nella disperazione, nella  tristezza,

nella sofferenza.

Infondigli il tuo coraggio, la tua forza.

Salva chi è solo nel vizio del peccato.

Fa’ che siamo degni del tuo perdono

e della tua misericordia.

Non abbandonarci adesso,

abbiamo bisogno di Te.

Mamma, prega per noi!

Siamo figli tuoi, abbi di noi pietà.

Anna Algieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!