Un nuovo protagonismo per i centri interni. Nasce Rigenerazione Urbana Acri

Bata - Via Roma - Acri

Prende avvio ad Acri una strategia di Rigenerazione Urbana: le prime proposte presentate al pubblico in un seminario di interesse nazionale, a Palazzo Sanseverino, dalle ore 16,00 di sabato 9Aprile;

Con la sigla RUA, Rigenerazione Urbana Acri, prende avvio unprogramma che l’Amministrazione Comunale intende portare avanti, con il supporto della Società Scientifica Riagita, attraverso una strategia coerente e continuativa, dedicata a ridare significato urbanistico, di decoro ed estetico ad alcune aree della città, dal centro verso le periferie.

La sigla RUA, nasce dal significato dialettale della parola di origine franco-spagnola, che significa “strada nell’abitato”, e che oggi nella sua ripresa sta a ribadire la necessità che la via, ovvero l’elemento che tiene insieme i differenti componenti della vita collettiva, pubblica, l’abitare, le piazze, i diversi luoghi cittadini, diventino acronimo e collante della comunicazione del processo progettuale di rinascita e riconfigurazione di alcuni importanti luoghi urbani. 

E’ l’intera città che è stata sottoposta ad una “cura” di progetto dei diversi luoghi, che includono zone in cui ricadono incompiute, come Piazza Sant’Angelo, si estendono fino ai luoghi esterni come Serricella, San Giacomo e interessano anche la città storica, con un ambizioso progetto che tende al rilancio di questa parte oggi in degrado e abbandono. Infatti le proposte vanno oltre le aree di Acri centro, Piazza Sant’Angelo, Via Padula, Ex Ente Vaglica, e riguardano idee progettuali per il parco di San Giacomo, Serralonga e Serricella, nella logica di un rinnovato rapporto osmotico tra le aree centrali e quelle esterne, che formano il complesso, ma originale sistema “poliferico”, policentrico-periferico, che connota la città di Acri.

Una strategia che l’Amministrazione di Acri assume come necessaria per una possibile visione unitaria, presente e futura, preparandosi alla stagione dei fondi del PNRR, dell’Agenda Urbana, Comunitari, Nazionali, per un processo capace di riattivare anche nuove dinamiche sociali e culturali, oltre che urbanistiche.

Alla presentazione delle proposte, che saranno esposte durante il seminario, presenzieranno il Sindaco di Acri, Pino Capalbo, la Presidente della Provincia e Sindaco di San Giovanni in Fiore Rosaria Succurro, il Sindaco di Bisignano Fucile e l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Acri Amedeo Gabriele. 

Il lavoro è frutto di una convenzione tra la Società Scientifica Riagita, della quale è Presidente il professor architetto Scaglione, che ha messo a disposizione la sua esperienza in forma gratuita per supportare l’amministrazione in questo percorso di qualità progettuale, avvalendosi della collaborazione di progettisti locali, quali gli architetti Rosanna Algieri, Cinzia Pancaro e Ivan Bertelli. Le proposte hanno ricevuto, come noto, un primo finanziamento di 5.000.000 di euro per il Bando ministeriale Rigenerazione Urbana, e altre sono in corso di valutazione presso enti finanziatori.

Preziosi contributi esterni al seminario, arriveranno da ospiti quali la prof. Francesca Moraci, consulente per il Piano Strutturale Comunale, l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Marigliano, nonché docente di Urbanistica Napoli, Anna Terracciano, la Direttrice del Museo dello spazio Pubblico di Bologna, Luisa Bravo, l’architetto Antonio Schizzi, esperto in politiche di rigenerazione urbana.

Assessore all’Urbanistica Dr Amedeo Gabriele 

Bata - Via Roma - Acri

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto!