Come trovare la pace interiore

Bata - Via Roma - Acri

La pace interiore è una piacevole sensazione di benessere. Tuttavia, significa molto di più che liberarsi da emozioni e sentimenti negativi.

Trovare pace interiore significa provare consapevolezza e connessione con noi stessi. A quel punto, proveremo una calma che ci permetterà di smettere di lottare contro la negatività. Potremo quindi prenderci una pausa dalla frenesia della routine quotidiana.

Tutto ciò non è impossibile da raggiungere. Purtroppo, però, non si tratta neanche di qualcosa che si incontra nella vita casualmente. Piuttosto, dobbiamo abbracciare decisioni e scelte da costruire lentamente. Giorno dopo giorno.

Mi sono accorta che nei momenti di pace interiore riuscivo ad adattarmi alla vita senza ribellarmi. Quanto è stato difficile, perché è fondamentale capire che non sempre l’adattarsi è subire, ma è piuttosto accogliere la saggezza e aprirsi a nuove opportunità.

Consigli per trovare la pace interiore

Respira

È importante dare segnali al tuo corpo che tutto stia procedendo bene: se sei in ansia o stressata, il ritmo cardiaco aumenta e l’unica cosa da fare è respirare profondamente e rilassarsi per qualche minuto.

A volte potresti utilizzare il trucco del countdown. Conta alla rovescia fino a che non ti senti meglio. Il tuo cervello si concentra su altro, prende del tempo per distrarsi dalla fonte di ansia e torna invece a concentrarsi su ciò che conta.

Rifletti

Prova a esplorare il tuo spazio interiore. Non permettere alla tua mente di assorbire negatività. Praticare la meditazione aiuta a ritrovare la pace interiore e la serenità. Prenditi qualche minuto ogni giorno per staccare la spina. Aiutati con qualche tutorial online e con  una musica rilassante.

Sii positivo

Il modo migliore per sentirsi bene è vivere il benessere. Se ti circondi di positività e ottimismo di sicuro starai meglio.

Allontana i trigger che ti portano a sentirti ansioso. Non avere paura di allontanare persone con cui non stai bene. Fai solo ciò che ti piace, i tuoi hobby, i tuoi interessi. Vivi ogni difficoltà come motivo per imparare a vivere. Sorridi anche quando non ce n’è bisogno.

Non è facile. Lo so che nei momenti peggiori della vita vedere tutto roseo sembra impossibile. Eppure, si tratta di abitudine. Sforzati di immaginare qualcosa di bello nella tua vita. Sorridi di fronte alle difficoltà, alle paure, alle frecciatine delle persone. All’inizio sarà difficilissimo, ma poi il cervello lo renderà un processo automatico.

Fai sport

Forse ti sembrerà strano ma per rilassarti devi muoverti. Se pratichi attività fisica almeno tre volte alla settimana, riuscirai a disconnetterti dai tuoi pensieri. E poi ti mantieni in forma!

Lo sport aumenta l’autostima perché dimostra che sappiamo superare i nostri limiti. Aiuta a non pensare al resto della nostra giornata, mentre aumenta la produzione degli ormoni della felicità. E’ questione di chimica.

Falla semplice

Rendere più semplice la vita significa concentrarsi sulle cose importanti che regalano soddisfazione. Il primo modo per stare male è quello di aspirare a qualcosa di impossibile da raggiungere. Questo ti stresserà, ti farà male e ti renderà meno sereno.

Apprezza ciò che hai, poniti obiettivi raggiungibili e misurabili. Vedrai che ti sentirai meglio.

Accetta

Per natura tendiamo a fare paragoni con gli altri, trarre conclusioni affrettate e criticare sempre. Ma forse non sai che la critica negativa è il peggior nemico della pace interiore. Già perché la critica fa male non solo a chi è criticato, ma anche a coloro che giudicano.

Se gli altri sbagliano, o lo fai tu, esamina la situazione e cerca di capire come rimediare. Non agire subito di impulso. Accetta le cose come accadono, senza giudizio.

Accogli anche le emozioni negative

Non è possibile trovare la serenità se combatti tutti i giorni con i pensieri negativi. Fanno parte della vita. Se vivi cercando di evitare la sofferenza, starai ancora più male. Un po’ come quegli innamorati che temono di soffrire per amore. Vivono le loro relazioni con limiti e paletti che li fanno solo stare male.

Per raggiungere la pace interiore occorre accettare queste emozioni. Il dolore esiste e non si può evitare del tutto. Prepariamoci ad accoglierlo e ad esaminarlo. Dialoghiamo con lui, e non vivremo con la paura di essere feriti.

Non aspettarti mai nulla in cambio

Stop all’egoismo: la maggior parte delle persone dà aspettandosi di ricevere. Per raggiungere la pace interiore dobbiamo essere capaci di donare senza aspettarsi nulla. Gli altri, poi, non fanno sempre ciò che immaginiamo. Dobbiamo smettere di pretendere troppo dalle persone. Ognuno è individualista, fatto a modo suo. Non ha senso basarsi sugli altri per stare bene con noi stessi. La pace viene da dentro. Non cercarla fuori.

Conclusioni

Mi piace pensare che la pace sia l’unione di tutte le parti che ci compongono. E’ la capacità di godere di quel “bicchiere mezzo pieno” che siamo e di accogliere il “bicchiere mezzo vuoto” che ci manca. La pace interiore si raggiunge quando aderiamo a noi stessi senza cedere alla tentazione di apparire, di aggiustare le cose e di colorare sempre tutto di rosa.

Occorre un atto di coraggio e di passione che, mentre ci impegna, ci toglie dal pasticcio di dovere far tornare sempre i conti. Sono grata a quelle persone che mi hanno insegnato questo, coloro con i quali non devo fingere e non devo strafare per meritarmi il loro affetto.

Elena Ricci

Bata - Via Roma - Acri

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto!