fbpx

Gerardo Sacco incanta Sanremo

Bata - Via Roma - Acri

Gerardo Sacco, a SanremoOn, ricorda Zeffirelli e commemora il grande Rino Gaetano.
Una serata che ha commosso tutti, facendo sognare la bella Calabria, quella dell’arte orafa e canora d’eccellenza.

”Da Crotone, passando per la Scala di Milano, per finire a Sanremo, tutto in un giro vertiginoso di preziosi e storici gioielli, per celebrare il compianto Rino Gaetano.

Il racconto che ha preso il.pubblico presente, illustrando i gioielli indossati dalle modelle, di quando giovane orafo della provincia calabrese che non sapeva una parola né di inglese né di francese che si ritrova a disegnare gioielli per Liz Taylor, voluti da Fulvio Lucisano e Zeffirelli, i quali hanno cambiato la vita del maestro Sacco”.

Per questa importante occasione, l’orafo Gerardo Sacco, per commemorare i quarant’anni dalla morte del cantautore crotonese, che “coinvolge”  Franco Zeffirelli, scomparso da poco all’età di 96 anni, per il quale ha firmato i gioielli sfoggiati da Elizabeth Taylor ne ‘Il giovane Toscanini’ ma anche quelli indossati da Placido Domingo e Katia Ricciarelli nell”Otello’, in concorso a Cannes, e quelli del ‘Don Carlos’ alla Scala con Luciano Pavarotti.

Una amicizia meravigliosa”  tra due grandi, Zeffirelli-Sacco.

Sacco ricorda quando ha realizzato i gioielli de ‘Il giovane Toscanini’ (1988) che segnò il ritorno al cinema, dopo quasi dieci anni, della diva americana Elizabeth Taylor.

Ricordo che ”Quando la incontrai mi disse ‘io possiedo il diamante più grande delle terra ma questi sono i gioielli più belli che abbia mai visto’.

Bata - Via Roma - Acri

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protetto!