fbpx

Dove eravamo rimasti?

Caro Piero,

nel sentire che vuoi dar vita online ad una nuova testata e proseguire l’attività interrotta da “Confronto”, raccogliendone il “testimone”, non posso esimermi dal dichiararti la mia disponibilità.
Nel farlo mi viene da scrivere: – Dove eravamo rimasti?-.
Lo chiedo, perché voglio riprendere con lo stesso impegno profuso su quelle pagine per quarant’anni, età e tempo permettendo, anche se, a quasi cinque anni da quella chiusura, non ho appeso la penna al chiodo, come si dice, mutuando un’espressione calcistica.
Oggi, più che mai, Acri ha bisogno di uno strumento che non sia servile; che non sia “turibolante”; che non sia discriminante; che non sia stucchevole che, come “Confronto”, esprima e lasci esprimere liberamente, ma civilmente e democraticamente, nel pieno rispetto della persona umana, idee e giudizi

Nessuno è detentore della verità, ma ognuno può esprimere, con giudizio, le proprie idee senza cadere nella mota; per riprendere una mia vecchia espressione, dico: si deve camminare almeno un palmo al di sopra delle “lordure”

Tu puoi raccogliere quel testimone, per fare tutto questo, perché ti riconosco capacità, correttezza e libertà di pensiero. Non lo dico per piaggeria o come espressione di occasione, perché conoscendomi sai che non ne sono capace e perché ti conosco fin da ragazzo.
Se mi permetti vorrei suggerire che, accanto alla cronaca, si deve dare spazio alla Cultura popolare così ricca e così interessante; alla storia locale e non, insomma si deve scrivere di varia umanità su argomenti che possano piacevolmente dare materia a chi studia e a chi legge per diletto. Dico questo perché spesso, troppo spesso, si sente e si legge il ripetitivo, il riciclaggio del già noto, errori compresi. Tutto questo non solo non è interessante ma è diseducativo per le nuove generazioni.

Detto ciò, preciso che più che le parole dovranno contare i fatti, perciò, ti farò avere qualcosa nell’immediato.
Spero che, sugli argomenti che proporrò, si possa dar vita non solo a un dibattito scritto, ma, se è necessario o se si riterrà interessante, si possano organizzare discussioni e dibattiti aperti.
Dico questo, perché, al di là di qualche cosuccia, in Acri si “naviga” in una sfibrante calma piatta.

Questo deve fare riflettere e non poco!
In questo lavoro, ripeto, ti assicuro la mia collaborazione e lo stesso impegno che profondevo nel compilare “Confronto”.

Ti formulo gli auguri, perché la tua iniziativa possa avere lunga e proficua vita e ti abbraccio

Giuseppe Abbruzzo

Iscriviti per rimanere informato

3 Risposte

  1. francesco Curto ha detto:

    Ciao Piero. Grazie per questa tua bellissima idea di offrirci uno spazio per ritrovarci, confrontarci e soprattutto riconoscerci.
    Ho letto il contributo e la disponibilità di Peppe Abbruzzo e condivido in toto quanto da lui espresso. Che dire c’è proprio bisogno di continuare a dialogare come ci ha insegnato Confronto a confrontarci senza creare nemici e forse neppure avversari ma solo comprendere l’altro e averne rispetto. S,ì quel rispetto che oggi è in disuso. Bisogna formare e informare le coscienze intorpidite dall’egoismo e da tutti gli inismi che oggi vanno tanto di moda. Io per quel poco che posso offro la mia disponibilità per visitarvi, leggervi e qualche volta intervenire senza impegno di assiduità Un grande in bocca al lupo e buon lavoro a tutti i tuoi sostenitori e collaboratori. Con affetto un abbraccio da padioto Francesco Curto

    • Piero Cirino ha detto:

      Caro Franco, non immagini quanto mi faccia piacere ritrovarti in questo contesto.
      Sapere che ci segui è motivo di grande soddisfazione per tutti noi.
      I tuoi interventi saranno un valido contributo per far crescere questa neonata creatura. Grazie.

  2. francesco Curto ha detto:

    Ciao Piero, ti invio questa recensione sull’ultima fatica del nostro compaesano e scrittore Angelo Gaccione. Se lo ritieni puoi pubblicarlo. Un abbraccio Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contentuto protetto!