fbpx

Cammino di Santiago, due acresi finiscono in un documentario della regista Gabi Rorhl

Bella soddisfazione per due nostri concittadini emigrati:Luigi Stumpo, per tutti “Gigi”, e suo cognato Peppino Perrone finiti in un documentario di una famosa regista tedesca, Gabi Rohrl.

E’ uscito lo scorso anno in Germania, si chiama “Nur die Füsse tun mir leid”, che in italiano significa “Mi dispiace solo per i miei piedi”, mentre in Italia uscirà entro il 2021.

Il documentario è incentrato sulle sofferenze e comunque sull’avventura dei pellegrini che percorrono i tanti sentieri che portano a Santiago di Compostela.

Gigi è un podista nato e appena può mette lo zaino in spalla e si dirige in montagna.

Vive ormai da tanti anni a Cervignano del Friuli, in provincia di Udine.

Compiuti i fatidici cinquant’anni, nel 2017 ha voluto provare l’avventura, insieme a suo cognato Peppino, che vive da tempo in Germania e che con Gigi condivide la passione per il cammino. Hanno optato per il versante francese e sono partiti da Saint Jean Pied de Port, con una tappa complessiva di circa 800 chilometri.

Nel 2017 hanno raggiunto Logrono, in Spagna, l’anno successivo hanno completato il percorso fino a Santiago. Non hanno voluto perdersi neanche l’appendice, che porta fino a Capo Finisterre, verso “la fine del mondo”.

La tradizione, tramandata nei secoli dagli antichi pellegrini medievali, vuole che dopo aver raggiunto la città di Santiago de Compostela, aver pregato sulla tomba del Santo Apostolo di Gesù, occorre purificarsi con un bagno nelle gelide acque dell’Oceano Atlantico a Finisterre.

Proprio a Santiago Gigi conosce Gabi Rohrl, con cui nasce un bel rapporto che verrà poi curato nel tempo.

Nel documentario c’è una scena in cui compaiono i due cognati e due foto che riguardano Gigi: la prima mentre è in cammino, scattata da Peppino a sua insaputa, e la seconda riguarda la cattedrale di Santiago di Compostela, fatta da Gigi, che la regista ha voluto e che ha fatto lavorare in Germania, per poi metterci sopra nome e cognome dell’amico acrese.

Per lo scorso anno era in programma una nuova avventura per i due camminatori, il Covid però l’ha impedita. Tutto è rimandato al 2022, sul versante portoghese, con partenza da Lisbona, per una nuova avventura da fascino unico.

Piero Cirino

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!