fbpx

Nu jùarnu e pajisu

Il Vernacoliere di Angelo Canino
Nu jùarnu e pajisu
Spunta llu jùarnu
assudicchia llu sudu
si senta ntùarnu
u ragliu e nu mudu
 
Pàrrani genti
cuntani peni
tìagnini a mmenti
chi va e chi veni
 
Supa nu cùazzu
nu ‘ntinnu a ssonèatu
ci vèaiu nu stùazzu
nu Santu è preghèatu
 
Arriva llu scuru
finitu è llu jùarnu
s’ammuccia llu sudu
tuttu mutu ‘ntùarnu
Una giornata  paesana
 
Spunta il giorno
riscalda il sole
si sente intorno
il raglio di un mulo
 
Parlano genti
raccontano pene
tengono a mente
chi va e chi viene
 
Sopra un’altura
una campana ha suonato
ci vado un poco
un Santo ho pregato
 
Arriva il buio
finito è il giorno
si nasconde il sole
tutto silenzio intorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!