U ffa a ttìampu a ttinn’accòrgiari … e lla vita è ffinita

Bata - Via Roma - Acri
Il Vernacoliere di Angelo Canino
U ffa a ttìampu a ttinn’accòrgiari,
… e lla vita è ffinita
 
Oji è lla prima e jennèari,
dumèanu è llu sìdici agustu,
vidi i jùarni e lli misi vudèari,
già è benutu u tìampu e du mustu.
 
Ìari si nn’èatu, oji tìani vint’anni,
quanti jochèati già su ppassèati,
na femminella mo tu va trovanni,
dumèanu ti susi e ssiti spusèati.
 
Pu ti va curchi e cquanni ti susi,
janca è lla cheapa, chjichèata la schchina,
i facci su nnovi, cancèati su ll’usi,
ssa vita è ffinita, da sira a mmatina.
Non fai in tempo ad accorgertene
e la vita è finita …
 
Oggi è il primo gennaio,
domani è il sedici agosto,
vedi i giorni e i mesi volare,
già e venuto il tempo del mosto.
 
Ieri sei nato, oggi hai vent’anni,
quante giocate già son passate,
adesso sei in cerca di una fidanzata,
domani ti alzi e siete sposati.
 
Poi vai a dormire e quando ti alzi,
bianca è la testa, china è la schiena,
i visi son nuovi, cambiati son gli usi,
questa vita è finita dalla sera al mattino.
Bata - Via Roma - Acri

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto!